Maurizia Cacciatori

è il simbolo italiano della pallavolo nel mondo e una delle giocatrici più vincenti di sempre a livello di club, con i suoi 17 trofei vinti in carriera. E’ nata a Carrara il 6 Aprile 1973, di ruolo alzatrice, alta 178 cm, schiacciava a 298 cm e murava a 274 cm. Inizia giovanissima nella Pallavolo Carrarese nel 1986: parte dalla serie B e ottiene la storica promozione in A2, mettendosi cosI in luce già da piccola. Nel 1989, a soli 16 anni, esordisce in serie A1. Si conferma su ottimi livelli e rimane nella massima categoria per quasi due decenni, alternandosi in varie squadre tra cui la Amazzoni Agrigento (1993-1995), il Volley Bergamo (1995-1998 e 1999-2003) e la Centro Ester Napoli (1998-1999). Tra il 2003 e il 2005 gioca due stagioni nella serie A spagnola con il CV Tenerife, per poi ritornare in Italia nello Start Volley Arzano (2005-2006). Chiude la carriera ritornando nuovamente nella penisola iberica nelle file del club 15-15 Icaro Alarò, formazione dell’isola di Maiorca. Nella nazionale italia di pallavolo vanta 228 presenze: ha esordito il 27 novembre 1991 ad Apeldoorn (Paesi Bassi) contro la Russia. Ha vinto un oro ai Giochi del Mediterraneo nel 2001, un bronzo e un argento agli Europei del 1999 in Italia e del 2001 in Bulgaria. Nel curriculum di Maurizia Cacciatori c’è anche la parteciapzione alle Olimpiadi di Sydney 2000, prima qualificazione in assoluto per la nazionale femminile di pallavolo. Nel suo palmares: 4 campionati italiani vinti con il Volley Bergamo, 1 campionato spagnolo con il CV Tenerife; 4 Coppa Italia (1 con l’Ina Assitalia Perugia e 3 con il Volley Bergamo), 1 Coppa della Regina con il CV Tenerife, 3 Supercoppe Italiane con il Volley Bergamo, 3 Champions League (2 con il Volley Bergamo e 1 con il CV Tenerife), 1 Coppa Cev con Centro Ester Napoli.